PETER RABBIT 2- UNA FUGA DAGLI STEREOTIPI

La fuga di Peter Rabbit è l’inizio di un cammino verso la consapevolezza e l’identità personale.

Il talento di Bea e la ricerca di Peter

Peter Rabbit vive in campagna assieme a Thomas e Bea che hanno deciso di sposarsi e vivere condividendo gli spazi verdi con i loro cari amici animali. Thomas cerca di sostenere il talento di Bea nello scrivere libri per bambini, ma si ritrova impegnato a scontrarsi con Peter, spesso involontaria causa di nuovi stravolgimenti e guai. Le storie di Bea incentrate sui suoi amici conigli iniziano ad avere successo, il talento di Bea come illustratrice e scrittrice di storie di bambini diventa sempre più noto, al punto che un grande editore rimane affascinato e gli propone un accordo. Bea, Thomas e i conigli devono recarsi in città per firmare un accordo con l’editore, che promette speranze, successo e stabilità economica. Giunti in città i conigli cominciano a sentirsi delle vere star di un libro per ragazzi, ma la caratterizzazione del personaggio di Peter rappresentato dall’editore non calza perfettamente a Peter, che nell’animo non si sente come viene descritto. Questa sua incomprensione lo porterà a percorre una carriera da ladro professionista, Peter dovrà conciliare le sue esigenze con le sue attitudini, scoprire se le sue potenzialità sono solamente oscurate dal pregiudizio altrui o confermano l’intuizione prevista dall’editore.

La stonata melodia di un animo sperduto

La sceneggiatura scritta dal regista Will Gluck e dall’autore Patrick Burleigh è ben realizzata, vengono approfonditi i caratteri di alcuni personaggi e ne vengono introdotti di nuovi. Non mancano gli elementi di comicità messi in scena in modo molto spassoso. La colonna sonora ha un importante ruolo e molte canzoni sono di ausilio per raccontare la storia personale di Peter, ne evidenziano le sensazioni che prova in determinati momenti, come spesso accade quando si ritrova uno scorcio della propria storia personale all’interno di un brano di una canzone. Il film è girato in digitale con la cinepresa Sony CineAlta Venice, macchina da presa che offre un’ottima definizione adatta a progetti cinematografici e documentaristici. Ideale per questo tipo di film sviluppato come una storia intima familiare, intrisa di avventura e forte miscuglio di effetti visivi integrati in ambienti reali. Il movimento degli abiti, le espressioni  delle creature digitali e le interazioni con gli attori in carne ed ossa sono perfettamente curate dal team degli effetti visivi e speciali, che progredisce nell’elaborazione e nella naturalezza della realizzazione visiva rispetto al precedente film.

Un’avventura maggiormente solida e vivace

Un film destinato ad un pubblico giovanile, una storia nettamente più approfondita e strutturata rispetto al primo lungometraggio. Tutto quello che serve per godersi la visione del film è semplicemente assistere a questa nuova avventura di Peter Rabbit, come fosse quella di un dispettoso cugino, fratello o nipote, in cerca di una propria identità.

FRANCESCO ADAMI

Voto: 3.5

Titolo: Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga

Titolo Originale: Peter Rabbit 2: The Runaway

Genere: Animazione, Avventura, Commedia, Fantasy

Anno:2021

Uscita: 01/07/2021

Paese: Australia, India, Stati Uniti, Regno Unito, Canada

Durata:93’

Regia: Will Gluck

Sceneggiatura: Will Gluck e Patrick Burleigh

Fotografia: Peter Menzies Jr

Cast: Rose Byrne, Domhnall Gleeson, David Oyelowo, James Corden, Colin Moody,Margot Robbie, Elizabeth Debicki, Aimee Horne, Lennie James, Hayley Atwell

Musica: Dominic Lewis

Montaggio: Matt Villa

Scenografia: Roger Ford

Casting: Avy Kaufman

Costumi: Lizzy Gardiner

Effetti visivi: Animal Logic, Artem e Method Studios

Prodotto: Columbia Pictures, 2.0 Entertainment, Animal Logic, MRC Film, Olive Bridge Entertainment

Distribuito: Sony Pictures

Trailer Ufficiale
Mr. McGregor (Domhnall Gleeson) mostra a Bea (Rose Byrne) i pomodori da vendere in Columbia Pictures’ PETER RABBIT™ 2: UN BIRBANTE IN FUGA
Mopsy (Elizabeth Debicki), Flopsy (Margot Robbie), Benjamin (Colin Moody), Peter Rabbit (James Corden) and Cottontail (Amy Horn) in Columbia Pictures’ PETER RABBIT™ 2: UN BIRBABTE IN FUGA
Domhnall Gleeson con il Regista Will Gluck e il direttore della fotografia Peter Menzies Jr in un dietro le quinte del film PETER RABBIT™ 2: UN BIRBANTE IN FUGA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: