Per tentativi, un classico della letteratura russa contemporanea

La scelta di un vestito, ma per un funerale. Un tentativo di corteggiamento, senza soggetto. Il giardino dell’Eden, con fiori recisi. Un matrimonio, senza sposi. Una ricca eredità, ma scomoda. Una regressione, senza passato. La realtà sì, ma dipinta da un folle. Innamoramenti, senza intenzione. Una famiglia e i suoi segreti. Nulla è come sembra in questi nove tentativi che insieme costituiscono, con forza e determinazione, una prova di esistenza in vita. Marina Višneveckaja – proposta con questo romanzo per la prima volta al di fuori dei confini russi – descrive con penna tagliente e chirurgica tutte le possibili sfumature dell’animo umano, dalla tragedia alla parodia, dal turbamento alla trasformazione.

Una narrazione dallo stile unico, che infila senza sosta freddure ironiche e picchi lirici, restituendo quel rumore di fondo che dalla prosaica quotidianità e dal particolare, apre al lirismo dell’esperienza universale. Indiretto libero e mood crepuscolare. Un viaggio affascinante e tutto emotivo nelle crepe tragiche della vita, dalla quali, talvolta, la luce ha dimenticato di fare capolino. Anima letteraria e mestiere si fondono in un romanzo che rompe e irrompe sugli schemi narrativi tradizionali, e si lascia andare al movimento ondivago del flusso di coscienza, e vive tutto in quel battito di ciglia che passa in un lampo dalla confidenza spinta al gesto solenne. Dal cinismo alla tenerezza più profonda. Dalla fratture alle (im)possibili ricomposizioni. Che la vita è (si fa così) così. Per tentativi.

Considerata l’erede di Tolstoj e Dostoevskij, Marina Visneveckaja è una donna e una scrittrice che ha convogliato in un arsenale di lucida ironia e meraviglioso disincanto un’arma narrativa affilata e tagliente.

Marina Višneveckaja nasce nel 1955 a Charkov, in quella che all’epoca era l’Ucraina Sovietica. Scrittrice, sceneggiatrice e autrice televisiva, la sua produzione artistica inizia nel 1972 con una serie di racconti umoristici, per poi spaziare anche nella poesia e nella letteratura per bambini e ragazzi, fino ad arrivare al romanzo nel 1991. I suoi romanzi più famosi sono: “Vedere un albero” (1997), “Per tentativi” (2002), “C’era una volta Jaga” (2004), “Alfabeto” (2008), “La vita eterna di Lisa K.” (2018). Tra il 2015 e il 2018 ha pubblicato i volumi del “Dizionario dei cambiamenti”, una riflessione sulla lingua dei tempi moderni. Laureata in sceneggiatura all’Università VGIK di Mosca, è conosciuta nel mondo della televisione russa per una serie in 12 episodi su “La storia segreta dell’arte”, diversi cartoni animati e dieci documentari sui grandi leader sovietici. Attualmente vive e lavora a Mosca.

Erika di Giulio

Titolo: Per tentativi

Autore: Višneveckaja Marina

Traduzione e postfazione di Marilena Rea

Casa Editrice: Di Renzo Editore, 2021

Pag. 272

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...