Se mai esistesse il paradiso dei libri, si troverebbe di certo a Bogotà.

Un eroe dei nostri tempi, divenuto un simbolo per la sua comunità. Salva 25.000 libri e crea una biblioteca. Si chiama José Alberto Gutiérrez. È un operatore ecologico di Bogotà e negli ultimi vent’anni si è dedicato al recupero dei vecchi libri gettati nella spazzatura. Dal giorno in cui si è imbattuto per caso in Anna Karenina di Lev Tolstoj, José Alberto ha continuato a garantire un degno riparo a migliaia di libri, riservando loro l’intero piano terra della sua abitazione. Lui li raccoglie e li porta a casa, strappandoli all’oblio.

Ma a poco a poco tutti quei libri destano la curiosità e l’interesse di molti, anche di quelli che a La Nueva Gloria, quartiere popolare della città, i libri non possono permetterseli. E allora fanno capolino, con la speranza magari di chiederne in prestito qualcuno: sono necessari ai loro figli, per essere pronti quando inizia la scuola. I visitatori occasionali diventano così i maggiori utenti di quella che nel frattempo, da collezione privata, si è trasformata in una biblioteca aperta alla comunità e attiva sul territorio, “La fuerza de las palabras”. E le energie di tutti mirano alla gestione e al mantenimento del progetto. La famiglia di Gutiérrez coordina i prestiti e si occupa delle pratiche amministrative, nonché dell’organizzazione di eventi.

Ma più che instillare l’amore per i libri, il programma prevede soprattutto di fornire ai ragazzi un vantaggio nell’istruzione, un’arma contro l’emarginazione e la povertà dilagante, un luogo dove poter crescere e studiare, accompagnandoli nel loro primo approccio all’universo delle parole scritte. Gutiérrez ha donato materiale di lettura a 235 scuole e comunità diverse, contribuendo alla creazione della biblioteca scolastica – di cui la sola scuola della comunità era priva – e al restauro di una vecchia ambulanza adibita a libreria.

Una missione salvifica degna d’una medaglia al valore civile. Oggi la “sua” biblioteca è diventata un appuntamento fisso in città. Ora tutti sanno esattamente dove e a chi consegnare i libri randagi.

E sanno anche che, se vivi a Bogotà, potrebbe essere José Alberto Gutiérrez a recuperare un tuo vecchio libro. E se dovesse trovarlo, quello sarebbe senz’altro un piccolo libro fortunato.

 

Erika Di Giulio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...