Green Book vince l’Oscar 2019, Ecco tutti i vincitori. 12 previsioni confermate

 

Solidarietà, conoscenza, amicizia e musica fanno da sfondo a Green Book, un film anti razzista,  un incontro di integrazione nell’emarginazione.

Visiona le slide sotto all’articolo, per conoscere tutti i vincitori

La notte del 24 Febbraio 2019 al Dolby Theatre di Los Angeles in California si sono celebrate le premiazioni dei premi Oscar 2019.  Vincitore del premio per il miglior film è Green book, la storia di amicizia tra l’attore italo americano Frank Antony Vallelonga ed il pianista afroamericano Don Shirley nell’America degli anni sessanta.

Musica e integrazione

La musica ha fatto da sfondo ad una narrazione di integrazione e ha svolto un ruolo centrale nella serata di premiazione, i Queen si sono esibiti assieme al cantante Adam Lambert e Lady Gaga ha interpretato la canzone vincitrice Shallow  assieme a Bradley Cooper. Il regista Spike Lee premiato per la miglior sceneggiatura non originale del suo lungometraggio BlacKkKlansman, si è presentato alla consegna del premio vestito completamente di viola per rendere omaggio al suo amico musicista Prince scomparso nel 2016 .

La migliore attrice

Un compito difficile per la giuria è stato quello di consegnare il premio alla miglior attrice protagonista, dopo aver analizzato tutte le diversificate interpretazioni delle attrici. La scelta poco prevista ma meritata è andata all’attrice Olivia Colman per l’interpretazione della Regina Anna nel film La Favorita.

La categoria tecnica

In alcune categorie la tecnica ha prevalso sull’originalità, il montatore John Ottman ha ottenuto la statuetta per il film Bohemian Rhapsody, nonostante poteva vincerla Hank Corwin per il film Vice – L’uomo nell’ombra impegnato nel dare una costruzione diversa ad una storia reale.

First Man – Il primo uomo ha ricevuto il premio per i miglior effetti visivi e oltrepassato l’ intensa costruzione stereoscopica, virtuale e digitale di Ready Player One. Il tutto grazie ad un’ accurata ricostruzione di strumentazioni e simulazioni di volo e di lancio dell’astronauta Neil Armstrong.

Una celebrazione senza conduttore

Una vittoria di numerosi afroamericani impegnati nello sviluppo di film riguardanti supereroi, musicisti, poliziotti e poveri. Come ha affermato il regista Spike Lee nel ricevere il suo primo oscar in concorso, dopo quello alla carriera, il festival è riuscito a rendere omaggio agli antenati che hanno costruito l’America e al genocidio dei Nativi.

Francesco Adami

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

___________________________________
image
Scopri subito il tuo futuro
Prima domanda conoscitiva gratuita
Prenotati subito in privato
_______________________________________________________
image-2
Vuoi migliorare nel tuo lavoro?
Vuoi diventare un autore di successo?
Scopri Corsi e Consulenze di Scrittura strategica
Prima consulenza conoscitiva gratuita
Contattaci e prenotati subito
___________________________________________________
image-3
Vuoi lavorare in modo autonomo e indipendente?
Entra nei nostri network!
Per info scrivi a progettomedea@gmail.com
_________________________________________________
image-4
Vuoi migliorare la tua vita?
Vuoi raggiungere il Benessere?
Scopri come con i Corsi e Consulenze su Sviluppo Personale
Prima consulenza conoscitiva gratuita
__________________________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: