RENDEZ-VOUS, festival del nuovo cinema francese

Les-fantomes-dIsmael-2017-Arnaud-Desplechin-_2Al via, dal 4 al 10 aprile 2018, RENDEZ-VOUS, il Festival del nuovo cinema francese. Si parte da Roma per poi toccare, con focus e artisti, le città di Napoli, Palermo, Bologna, Torino, Firenze e Milano. Dopo la Capitale infatti, la manifestazione attraverserà la Cineteca di Bologna, il Cinema Vittorio De Seta di Palermo, il Cinema Massimo di Torino, l’Anteo Palazzo del Cinema di Milano e l’Institut français di Firenze e Napoli.

Il cinema francese è vivo e apprezzato in tutto il mondo, e gravita attorno a un mercato davvero penetrante. I dati in questo senso parlano chiaro. Dopo il successo di “Famiglia all’improvviso” (LuckyRed), “Ballerina” (Videa) e “Valerian e la Città dei mille pianeti” (01 Distribution), solamente l’Italia nel 2017 ha fornito il 5,4 % delle entrate ai produttori del cinema d’oltralpe con una percentuale che negli anni migliori è arrivata fino all’8%. Con più di 60 uscite all’anno, è il filone popolare e in modo particolare la commedia a farla da padrona, nel quadro più generale di un cinema d’esportazione che resiste e si rinnova, misurandosi con l’intrattenimento e custodendo la tradizione d’essai, che resta fortemente rappresentata e sostenuta da un iter progettuale sempre efficiente e da una rete di distribuzione coraggiosa e audace.

Da una proposta dell’Ambasciata di Francia in Italia, il festival giunto alla sua VIII edizione, è il prodotto sinergico dell’iniziativa dell’Institut français Italia e UniFrance, in collaborazione con l’Institut français Centre Saint-Louis e la Casa del Cinema. Una manifestazione all’insegna di un progressivo e inarrestabile arricchimento: più di 30 titoli (con proiezioni interamente in lingua originale e sottotitoli), 4 focus, una sezione documentari, incontri speciali, masterclass e anteprime. Les-fantomes-dIsmael-2017-Arnaud-Desplechin-_3

Confermata la rosa di ospiti illustri, accolti da quest’anno, nella prestigiosa cornice del Cinema Nuovo Sacher. Ad aprire la manifestazione una madrina d’eccezione, incarnazione femminile e raffinata del legame artistico indissolubile tra Italia e Francia: Valeria Bruni Tedeschi, a cui sarà dedicato un focus speciale con un ciclo di sei film. L’attrice e regista italiana, naturalizzata francese, incontrerà il pubblico per presentare al fianco del co-regista Yann Coridian, il documentario “Une jeune fille de 90 ans”, girato nel reparto geriatrico dell’ospedale Charles Foix d’Ivry in cui il coreografo Thierry Thieû Niang conduce un laboratorio di danza con pazienti malati di Alzheimer.

In apertura il fortunato “Jusqu’à la garde” – “L’affido”, esordio al lungometraggio di Xavier Legrand e Leone d’Argento per la miglior regia alla 74. Mostra di Venezia. Non mancherà l’omaggio al grande cinema d’autore. Arnaud Desplechin con “Les fantômes d’Ismaël – I fantasmi di Ismael”, incontrerà il pubblico insieme ai suoi interpreti Alba Rohrwacher e Louis Garrel. Tornerà a Roma anche Robert Guédiguian che, a fianco dell’amata Ariane Ascaride, presenterà il suo ventesimo film “La Villa – La Casa sul Mare”, in Concorso a Venezia 74. L’amatissimo Laurent Cantet presenterà “L’Atelier”, distribuito da Teodora Film, e arriverà attesissimo, Bruno Dumont, regista filosofo, che ha rinnovato il cinema contemplativo con fare ascetico e radicale, guadagnandosi l’attenzione di critica e pubblico con “L’età inquieta” e “L’umanità”.

Torna al festival conL’ Amant double” (Doppio Amore) il grande François Ozon, cineasta poliedrico e sensibile, dedito all’esplorazione dell’animo femminile, al cui fascino si affida la comunicazione di Rendez-vous 2018, descritta nel bacio tra Marine Vacth e Jérémie Renier, splendidi protagonisti del suo thriller erotico-freudiano. E da non dimenticare, tra gli eventi speciali, l’appuntamento riservato alla celebrazione del cinema del passato, con la proiezione in versione restaurata di “Le crime de Monsieur Lange” di Jean Renoir (1936), anticipata il 26 marzo presso l’Institut français – Centre Saint-Louis.

Educazione, infanzia, sogni, gioventù, violenza domestica, presente e tempi andati, intimità e fragilità umana. Rendez-vous è un viaggio nel cinema che parla alla contemporaneità, recuperando un legame e un dialogo irrinunciabile con la realtà e attraversando i generi senza trascurare quel touch autorale che lo rende da sempre il punto di riferimento per i cineasti di tutto il mondo. È il terreno di scoperta di nuovi autori emergenti che si sono imposti all’attenzione di critica e pubblico: Léonor Serraille, Albert Dupontel, Antony Cordier. È il luogo della riflessione e del confronto sul valore dell’individuo, sul futuro della società, sul ruolo della natura e dell’arte.

La novità di questa edizione sarà infine la collaborazione tra Rendez-vous e il giovane e multiculturale Karawanfest che si svolgerà a giugno nei cortili del quartiere romano di Tor Pignattara e che sarà lieta di ospitare la proiezione speciale di “Good Luck Algeria” di Farid Bentoumi, co-prodotto dai fratelli Dardenne.

Erika Di Giulio

Per info e programma completo visita:

rendezvouscinemafrancese.it
institutfrancais.it
it.ambafrance.org
sacherfilm.eu

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...