La vallate di Arezzo: Il Casentino, le Foreste.

IMG_1610

Nel VI capitolo della serie “Le Vallate: Il Casentino”, vi portiamo a scoprire 36000 ettari di storia e di magia, suddivisi equamente tra Toscana ed Emilia-Romagna. Questo è il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Territorio ricco di faggete e corsi d’acqua, rappresenta oggi il cuore di questa vallata, dove l’odore delle foglie, della resina degli abeti si respira nel lento camminare dei turisti venuti da lontano per rigenerarsi nella ricerca di Dio e delle sue opere secolari. Nei sentieri del parco, è facile sentire la presenza di un passato ancora tangibile che racconta di San Romualdo a Camaldoli e dell’ordine dei Frati, dei loro passi lenti nei poveri sandali antichi, della loro vita interamente a contatto con gli alberi, perché stare a contatto con la natura eleva a Dio e alla sua grandezza, alla sua purezza. Si ritrova in ogni corso d’acqua, nel lento scorrere ripetitivo vicino alla neve appena caduta, la magia dei loro canti e delle loro preghiere, nel suggestivo paesaggio che si intravede tra gli alberi, nel pulito tappeto di foglie che ricopre la distesa dei faggi nel passo di Fangacci o nei tornanti ripetitivi del passo dei Mandrioli che sembrano salire, a poco a poco, verso la cima del mondo. Adornato da tramonti mozzafiato, arricchito da sapori unici e ricchi di tradizione, addobbato da neve fresca d’inverno e da prati verdi d’estate, rimane ancora oggi il cuore pulsante del Casentino, capace di scandirne il ritmo, le sensazioni, le emozioni tramandate da generazione in generazione ormai da secoli. 36000 ettari di vita tutta da vivere.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...