Nicola Barghi: il successo arriva dalla musica

La passione per la musica, la voglia di emergere, la forza di portare avanti i propri sogni, queste sono le caratteristiche principali di Nicola Barghi, giovane casentinese classe 1980 che in questi anni con grande determinazione è riuscito a raggiungere i propri obbiettivi arrivando fino alla TV nazionale con la realizzazione della musica per lo spot di una nota marca di elettrodomestici.

Nicola parlaci un po di te, quale è stato il percorso che ti ha avvicinato alla musica?

Sono nato in provincia di Pisa nel 1980 e con i miei genitori ci siamo trasferiti in Casentino quando avevo 10 anni. A 8 anni ho iniziato a suonare il pianoforte da autodidatta quando mio padre arrivò a casa con uno Yamaha verticale, è stato quello il momento in cui mi sono avvicinato per la prima volta alla musica, ma non ero molto costante, ho mollato e ripreso molto spesso e senza un vero e proprio metodo. Poi quando siamo arrivati in Casentino ho cominciato a suonare più seriamente e da li è nato il mio percorso musicale.

Quali sono gli eventi più importanti che hai realizzato fino ad oggi?

In questi anni ho scritto musica e ho promosso i miei album in Italia e all’estero realizzando circa 400 concerti; ho aperto il concerto e suonato insieme a band italiane e inglesi, ho fatto un tour europeo come road manager a Tao Love Bus, cantautore di Milano. Un evento importante per me e la mia band è stato suonare a Londra inanellando una settimana piena di concerti, uno dei quali al Bull & Gate, locale dove suonavano spesso i Coldplay e che oggi, purtroppo, è diventato un ristorante. Un altro momento da ricordare è stato suonare a Madonna di Campiglio su di un palco all’aperto in diretta su Canale 5 con Cristina Parodi. Ma il momento sicuramente più intenso è stato arrivare tra i finalisti del Procida Film Fest con il videoclip del mio singolo “Don’t Take It Bad” (“Elettroshock” – 2014), perché è un brano intimo con il quale racconto un mio stato d’animo. Mi sono poi trasferito a Ponsacco e nel 2013 ho aperto l’Elfland Studio, uno studio di registrazione con il quale produco e registro band ma scrivo anche musica per spot TV, documentari, film e mi occupo di sonorizzazione degli stessi. Da pochissimo ho aperto anche una piccola etichetta discografica con Giuseppe Fiori, che si chiama Beng! Dischi dove cerchiamo di lavorare come si faceva una volta, dalla produzione e registrazione alla promozione delle band che ci entusiasmano.

Quest’ anno hai raggiunto un altro importante traguardo realizzando la musica dello spot di una nota marca di elettrodomestici

Da qualche tempo collaboro con l’Agenzia di comunicazione Cineserie di Firenze per la quale scrivo le musiche per spot e video di importanti aziende italiane tra le quali il marchio italiano per eccellenza Ariete Elettrodomestici. Per quest’ultimo ho scritto e registrato la musica e curato la sonorizzazione del nuovo spot TV che andrà in onda sulle principali emittenti televisive fino a tutto il periodo natalizio.

Progetti futuri?

Sicuramente la crescita della Beng! Dischi e dell’Elfland Studio, cercare di farli diventare sempre più un punto di riferimento per le band ma anche sviluppare la scrittura di musica per pubblicità e per le aziende perché è una sfera che mi attrae molto e mi mette costantemente alla prova. Naturalmente non accantono il mio percorso di cantautore, anzi, in questo periodo sto completando il mio nuovo album scritto insieme alla giovane band Blue Parrot Fishes, vincitrice di vari contest nazionali. Il nuovo disco uscirà nel 2018 ed è molto carico: 10 nuove canzoni in lingua inglese, in bilico tra tradizione e sperimentazione

Sara Trapani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...