Mostra del Cinema di Venezia: Giornate degli Autori, i premi

È tempo di premi alle Giornate degli Autori di Venezia 74, preziosa sezione indipendente della mostra.

La giuria, presieduta quest’anno dalla regista iraniana Samira Makhmalbaf, è composta da 28 giovani cinefili europei che fanno parte del progetto 28 Times Cinema.

Il premio GdA Director’s Award è stato assegnato a Candelaria di Jhonny Hendrix Hinestroza, mentre il premio del pubblico, il BNL People’s Choice Award è andato a Longing di Savi Gabizon.

Candelaria ha per protagonista una coppia di anziani nella Cuba povera degli anni ’90:
Candelaria e Victor Hugo sono un’anziana coppia stanca e annoiata che, grazie alla scoperta di una telecamera analogica, inizia a osservarsi reciprocamente, riscoprendo le gioie dell’amore. Ma questa felicità inaspettata sarà solo l’inizio della fine.
“Questo è uno di quei rari casi in cui un film trasmette generosità e calore al pubblico mostrando un modo non convenzionale di riscoprire l’amore tra due anziani che lottano per sopravvivere a Cuba. Nella sua forma visiva, il film mette insieme le performance di due attori eccezionali, una cinematografia carica di significato, i caldi colori latini, uno sviluppo della storia inaspettato e un profondo messaggio sociale”. Il premio è di 20.000 euro e va diviso tra il regista e il venditore internazionale del film, Beta Cinema. La pellicola delle Giornate degli Autori più votata dal pubblico, Longing di Savi Gabizon, che affronta tratta in modo insolito il tema della paternità, ha ottenuto il 62,9% delle preferenze.

A Sara Forestier, e al suo riuscito debutto dietro la macchina da presa con il film M, va il Label Europa Cinemas“per la sua poetica e sincera descrizione delle differenze, per la regia magistrale e le interpretazioni eccellenti di tutto il cast. M è un’affascinante rappresentazione della relazione tra due persone ferite dalla vita. È un film che ha tutto il potenziale per arrivare e commuovere il pubblico più giovane”. Oltre a questo riconoscimento, M si aggiudica anche due Premi Fedora (assegnati dalla Federazione dei Critici Cinematografici Europei e del Mediterraneo), quello per la miglior regista esordiente e quello per il miglior attore (Redouanne Harjane).

Premio Fedora per il miglior film è andato invece a Eye on Juliet di Kim Nguyen, un’insolita storia d’amore vista dagli occhi di un piccolo drone.

Di seguito il palmarés completo delle Giornate degli Autori 2017 (che comprende anche due titoli italiani):

GdA Director’s Award
Candelaria di Jhonny Hendrix

Premio Label Europa Cinemas
M di Sara Forestier

Premi Fedora Miglior film
Eye on Julie di Kim Nguyen

Miglior regista esordiente
Sara Forestier – M

Miglior attore
Redouanne Harjane – M

Nuovo Imaie Talent Award
Federica Rosellini – Dove cadono le ombre
Mimmo Borrelli – L’equilibrio

Premio Edipo Re
Valentina Pedicini – Dove cadono le ombre

Premio Lanterna Magica
L’equilibrio – Vincenzo Marra

BNL People’s Choice Award
Longing di Savi Gabizon

 

Roberto Puntato

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...