La moda nell’era dei social: il lusso 2.0

I social network hanno completamente rivoluzionato il nostro modo di vivere, siamo nell’era della digitalizzazione che ha cambiato completamente le dinamiche dei rapporti umani e del mercato del lavoro.
Di questa rivoluzione digitale hanno beneficiato sopratutto i brand che hanno visto aumentare in maniera importante il loro volume d’affari negli ultimi anni grazie ai nuovi canali di comunicazione.
Come è cambiata quindi la moda nell’era di Instagram, Facebook e dei fashion blog?
La comunicazione se prima era nelle mani di pochi, oggi è davvero alla portata di tutti.
L’opinione che conta non è più quella di un numero selezionato di persone, ad essere determinante è proprio il punto di vista del popolo di internet. Non è un caso che a riscuotere più successo siano i marchi che stanno investendo tantissimo nella pubblicità online per avere più visibilità e da questo fenomeno possiamo estrapolare anche un altro concetto importante.
Produrre contenuti e prodotti di qualità non porta il rendimento sperato se non vengono promossi e comunicati bene, oggi non fattura di più chi propone il prodotto migliore ma chi sa venderlo meglio.
Ciò che non è presente in rete quasi non viene percepito come esistente e purtroppo si sta faticando sempre di più a scindere il mondo virtuale da quello reale tanto che ormai stanno diventando quasi un’unica realtà.
La moda di oggi è dinamica, alla portata di click e di smartphone: il prodotto viene proposto in modo che il consumatore ne desideri l’acquisto immediato per poi stancarsi dopo poco e passare così ad un prodotto successivo.
Nell’era dei social e di internet tutto circola velocemente: le informazioni, le persone, le mode. 
Il risultato è che le tendenze attuali sono sempre più variate e dai cicli di vita sempre più brevi.
Siamo disposti a preferire la quantità a discapito della qualità, stimolati da un bombardamento di pubblicità e di informazioni che non si era mai visto prima d’ora.
Rispondono perfettamente a queste esigenze i colossi del fast fashion come quelli del gruppo Inditex di cui fanno parte anche Zara, Bershka e Stradivarius che si fanno sempre più competitivi, potendo contare da un lato nella rapidità dei tempi di produzione e dall’altro nella proposta di capi sempre più ricercati prendendo come modello quelli d’alta moda.
D’altra parte gli stessi  brand di lusso non hanno potuto ignorare l’importanza dei social media, ormai essenziali per conquistare e mantenere il contatto con i consumatori .
Una rivoluzione, quella digitale che ha coinvolto l’intera industria di moda senza esclusioni e con la quale le aziende che vogliono incrementare il loro fatturato non possono evitare di fare i conti.

Aurora Pianigiani

___________________________________________________________________________

CORSI DI MODA e COSTUME

bd120a9a-d9b0-4bde-be7b-7d68da4a861f

Web Content Editor e articolista di moda

Stilista e modellista

INFO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...